Chi arriva e chi parte. 50 anni di Filef tra vecchie e nuove migrazioni

 

Se ne vanno soprattutto i giovani.  A dirlo è il coordinatore nazionale della Filef, Rodolfo Ricci, commentando i dati diffusi da TG Reggio e Reggionline

REGGIO EMILIA – Vecchia e nuova emigrazione: è stato il filo conduttore di un incontro organizzato dalla Filef a Festareggio. La nostra è stata a lungo una terra di emigranti: tra la fine dell’Ottocento e l’inizio degli anni Sessanta del Novecento molte decine di migliaia di persone hanno lasciato la nostra provincia per cercare lavoro all’estero. A distanza di tanto tempo, la Filef di Reggio è ancora in contatto costante con molte di queste comunità.

“Attualmente noi abbiamo rapporti con l’associazione Emilia Romagna a Parigi, che ha assorbito la famosa associazione Fratellanza Reggiana, anche con quelle di Belgio, Germania, Svizzera e Argentina”, spiega Laura Salsi (Filef Reggio Emilia).

Ma il fenomeno degli ultimi anni è la nuova emigrazione: dal 2010 ad oggi 5 mila reggiani hanno trasferito la residenza all’estero e probabilmente altrettanti hanno lasciato la nostra provincia senza ancora modificare la residenza. Ma chi sono questi nuovi emigranti? “Persone essenzialmente giovani – risponde Rodolfo Ricci, coordinatore nazionale della Filef – Negli ultimi anni non partono solo i singoli, ma anche intere famiglie”.

 

CONTINUA A LEGGERE QUI 

Home / / di

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *